20 Luglio 2018 / 14:28
La gestione sicura dell'identità in banca

 
Sicurezza

La gestione sicura dell'identità in banca

3 Maggio 2011
Al workshop ABI Lab – OSSIF in programma il 27 maggio a Roma saranno resi pubblici i risultati delle rilevazioni 2011 sulle frodi identitarie
L'opportunità di erogare servizi sempre più completi e profilati su una molteplicità di canali sta spingendo le banche italiane a inquadrare la protezione dei canali di accesso ai servizi bancari come un ambito prioritario di intervento, che si realizza principalmente attraverso un innalzamento dei livelli di protezione e la strutturazione di iniziative di comunicazione e sensibilizzazione della clientela in relazione alle differenti tipologie di frodi identitarie.
In questo scenario, il workshop annuale ABI Lab - OSSIF sulla Gestione Sicura dell'Identità in Banca costituisce l'occasione per illustrare i principali trend in materia di gestione identitaria nel settore bancario, sotto il profilo tecnologico e organizzativo.
Nel corso dell'evento, che si svolgerà a Palazzo Altieri il 27 maggio prossimo, saranno presentati i principali risultati della rilevazione di sistema 2011 sulle frodi identitarie. L'indagine, realizzata nell'ambito dell'Osservatorio sulla Gestione Sicura dell'Identità e del tavolo tecnico della Centrale d'Allarme per Attacchi Informatici di ABI Lab, ha permesso di effettuare un'analisi di scenario sul fenomeno delle frodi d'identità in termini di dimensionamento e priorità di investimento, con approfondimenti verticali dedicati al processo di identificazione del cliente e al monitoraggio del fenomeno delle frodi informatiche, in relazione ai segmenti retail e corporate. I principali risultati della rilevazione saranno riportati anche nel report annuale dell'Osservatorio, che sarà distribuito a conclusione del workshop.
In virtù del contributo di banche, partner ICT e referenti Istituzionali, l'evento costituirà inoltre l'occasione per presentare lo stato di avanzamento dei progetti pilota promossi dall'Osservatorio in materia di utilizzo dei documenti di identità digitale a supporto delle procedure di identificazione e autenticazione del cliente ai servizi bancari, e per illustrare le principali azioni intraprese con le Istituzioni competenti nell'ottica di favorire nuove opportunità di accesso per le banche agli archivi centralizzati della PA, anche in chiave di verifiche antifrode.
CONTENUTI CORRELATI

Identità digitale e blockchain, il nuovo volto dei servizi di pagamento

Il World Economic Forum di Davos ha diffuso due report centrati sul tema della Fintech e dell’impatto sulla sicurezza dei pagamenti, analizzando due...

Banche e innovazione: tutti gli Awards 2015

Assegnati ad Amsterdam i Global Banking Innovation Awards, promossi dall'Efma in collaborazione con Accenture. Vince la Turchia con DenizBank e la...

Frodi carte: il cybercrime si è industrializzato

Diminuiscono gli eventi criminosi che riguardano Atm (-60%) e Pos (-8%) e diminuisce ancora il valore delle transazioni non riconosciute sulle carte....

Italia tra i paesi più sicuri dove pagare con carta

Il tasso di frode nel 2013 è stato dello 0,019%, molto inferiore a quello di Uk, Francia e Australia, oltre che alla media dell'area SEPA. Secondo i...
ALTRI ARTICOLI

 

Il lato oscuro delle intelligenze artificiali

Gli algoritmi ci stanno regalando conquiste positive in tanti campi, compreso quello della finanza e dei pagamenti. Ma bisogna stare attenti ai...

 
Pagamenti

Nuovo record: oltre il 95% dei clienti usa web e Atm

E' un vero boom per il mobile banking, salito in pochi anni dal 6 al 31%, e per l'Internet banking (dal 42 al 59%). Anche in Italia la user experience...

 

Luciano Floridi: «I pagamenti daranno all’Italia un digital shock»

Il filosofo italiano, docente dell’Oxford Internet Institute e direttore del Digital Ethics Lab, il 7 novembre sarà tra i protagonisti della...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...