Newsletter

Clicking moves left

Gli Speciali 2017

 

Forum HR

Cultura e regole nella gestione delle risorse umane, evoluzione sociale e digitale, organzizazione, leve motivazionali, contratti, lavoro...

Unione Bancaria e Basilea 3

L’evento dell'ABI su risk management, capitale e vigilanza europea. 120 relatori, 12 sessioni e una tavola rotonda per fare il punto sulla...

Banche e Sicurezza

Le banche tra sicurezza fisica e digitale, sotto il ritmo incessante della trasformazione tecnologica. Come difendersi dalle nuove minacce?

Funding & Capital Markets

I contenuti della IV edizione dell'evento ABI sugli strumenti di funding a disposizione di banche e imprese, sul mercato dei capitali e...

Dimensione Cliente

Il cliente non cerca più prodotti o servizi ma una Customer Journey. Si muove da questo imperativo la nuova edizione del convegno dedicato...

Forum ABI Lab

Bank to the future - Il viaggio nell'ecosistema digitale di ABI Lab nelle 2 giornate di Milano del 21 e 22 marzo - Le videointerviste e i...

Clicking moves right

Home > Pagamenti

Pagamenti
Invia Stampa
M-payment, banche vs Telco

M-payment, banche vs Telco

In Svezia alle numerose iniziative lanciate nel settore dei micropagamenti da operatori telefonici e indipendenti, un pool di grandi banche risponde unendo le forze
Un gruppo di grandi banche svedesi scende in campo nel promettente settore delll’m-payment con un progetto in diretta concorrenza con gli operatori mobili, che puntano invece ad una piattaforma comune per micropagamenti via smartphone. SEB , Swedbank, Nordea e Handelsbanken , insieme con Länsförsäkringar e Danske Bank , hanno infatti unito le forze per realizzare Swish , un servizio che consente ai privati che dispongono dell’apposita app e del codice identificativo bancario nel cellulare di movimentare denaro fra loro. Il servizio sarà lanciato in autunno. Lo rende noto il quotidiano finanziario Dagens Industri .
Nello stesso tempo, Swedbank ha iniziato i primi test di pagamento mobile in alcune catene di negozi a Stoccolma. Il nuovo sistema si chiama Bart e consente al cliente che dispone nello smartphone della app di lettura dei codici QR (Quick response) di confermare gli acquisti. Il servizio in fase sperimentale è partito a maggio nei grandi magazzini Åhléns, a Stoccolma, e in alcuni supermercati.
Le banche non sono i primi player a consentire pagamenti in mobilità ai consumatori svedesi. Anzi, ci hanno già pensato gli operatori mobili svedesi a lanciare l’m-payment, attraverso la joint venture 4T , formata da 3 Sweden , Telenor e Telia Sonera che punta forte su un servizio analogo, Wywallet, che sta per essere reso operativo proprio in questi giorni. Tramite Wywallet è possibile disporre di un conto nello smartphone che si alimenta tramite banking online e prepagate, con l’obiettivo di consentire ai clienti l’invio di denaro.
Dal canto suo, la piattaforma delle banche Swish è aperta a tutto il mondo del credito. Secondo Carl Molinero , responsabile dei pagamenti mobili di Swedbank, “Più banche aderiscono e meglio è”. Molinero non è preoccupato del vantaggio competitivo degli operatori, che lanceranno la loro piattaforma di m-payment a giugno, prima delle banche. “4T è un concorrente forte, vedremo cosa sceglieranno i clienti. Ma ci vuole tempo per cambiare le abitudini dei consumatori. Per esempio, ci sono voluti anni e anni prima che le carte prepagate prendessero piede”, spiega Molinero.
La piattaforma Bart non si affida ad una particolare tecnologia. “Non sappiamo ancora quale sarà lo standard vincente. Ci sono iniziative di m-payment in tutto il mondo e sono tutte diverse fra loro. Vogliamo testare il sistema e capire cosa pensano i clienti”, aggiunge il manager di Swedbank. Per il momento, le banche si affideranno ai codici QR, ma non è esclusa la prossima adozione dell’Nfc. Entrambi i sistemi implicano che il cliente tenga lo smartphone vicino ad un lettore e che il pagamento venga approvato con il prelievo della somma da pagare.
Il settore dei pagamenti mobile è particolarmente ricco di iniziative in Svezia: oltre a Wywallet, proposto dagli operatori Telco, e a Swish, messo in cantiere dalle banche, sono attivi anche i sistemi Payair (basato su QR Code) e Mollet , l’ewallet di Seamless, operatore svedese che vanta una presenza significativa in India, Pakistan e Sud Africa.
11 Giugno 2012

Articoli correlati

 

Guida Tassazione 2017

Sullo scaffale

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

In 640 pagine, il panorama più esauriente delle 28.000 filiali e dei 1.400 negozi finanziari operanti in Italia, contenente le principali informazioni ...

Convegni ABI

CREDITO AL CREDITO 2017

CREDITO AL CREDITO 2017

Roma, Palazzo Altieri - 26 e 27 ottobre 2017