17 Luglio 2018 / 21:09
Obama: aprile 2011 mese dell’educazione finanziaria

 
Banca

Obama: aprile 2011 mese dell’educazione finanziaria

di Giovanni Lefosse - 20 Aprile 2011
Negli Usa si intensificano le attività rivolte a promuovere una gestione consapevole del risparmio. E anche in Italia sono molte le iniziative avviate da PattiChiari
Aprile dolce dormire. Non la pensa così Barack Obama che ha proclamato aprile mese dell’educazione finanziaria. Un ulteriore segnale della sensibilità e degli sforzi della sua amministrazione verso la crescita e la diffusione della cultura economica negli Stati Uniti
“La capacità del popolo americano di costruire un futuro sicuro per se stessi e per le loro famiglie richiede la conoscenza di un sistema finanziario sempre più complesso. Poiché ci stiamo riprendendo dalla peggiore crisi economica degli ultimi tempi, è più importante che mai essere a conoscenza delle conseguenze delle nostre decisioni finanziarie”. È quanto ha dichiarato Barack Obama proclamando aprile 2011 come “National Financial Literacy Month”, un mese in cui concentrare e rinnovare “l’impegno a migliorare la conoscenza del sistema finanziario e a garantire che tutti gli americani abbiano accesso a servizi e prodotti finanziari affidabili” (vedi sul sito della Casa Bianca la Presidential Proclamation ).
Continua dunque l’attenzione del governo americano verso i temi della protezione dei consumatori e della diffusione della cultura finanziaria, che ha istituito anche il President’s Advisory Council on Financial Capability e il National Strategy for Financial Literacy, organismi dedicati rispettivamente ad aumentare tra le persone le conoscenze delle tematiche finanziarie e a provvedere a un nuovo modello di coordinamento strategico per lo sviluppo della financial literacy.
Informazioni e dettagli sono disponibili sui siti governativi www.mymobey.gov e www.consumerfinance.gov .

Le attività in Italia

Anche da noi crescono le iniziative dedicate all’educazione finanziaria. Il Consorzio PattiChiari da anni promuove programmi e attività per aiutare i cittadini a prendersi cura in modo consapevole del proprio denaro. Tra i molti progetti avviati, ricordiamo “L’impronta economica”, rivolto a studenti e insegnanti delle scuole superiori, che è stato presentato al recente Salone del Risparmio di Milano.
Il prossimo 4 maggio il Consorzio sarà presente al convegno “Consumo, denaro, educazione finanziaria. Riflessioni e proposte per l’uso consapevole del denaro nei giovani”. Si tratta di un appuntamento organizzato dall’Università Cattolica del Sacro Cuore nell’ambito del progetto europeo “Development of Online Consumer Education Tools for Adults” (Dolceta), cui partecipano 27 Stati membri dell’Unione, con la finalità di fornire a tutti i cittadini europei strumenti utili per l’educazione al consumo. L’appuntamento di Roma - promosso dall'Università Cattolica e dal team Dolceta Italia in collaborazione al CETIF (Centro di ricerca su tecnologie, innovazione e servizi finanziari) e Plus 24Ore - sarà anche l’occasione per presentare e premiare i migliori filmati della videocompetition, indetta dal progetto Dolceta sul territorio nazionale.
Per il programma clicca qui .
CONTENUTI CORRELATI

AcomeA rinnova l'app Gimme5 e punta al decollo

Introdotte funzionalità innovative come i meccanismi automatici di risparmio e la possibilità per i clienti di coinvolgere “sostenitori” per...

Banche, attenzione alla Generazione Z !

Una ricerca Usa dice che troppo digital marketing è stato rivolto ai Millennials, la generazione dei 21-34enni, perdendo di vista i loro “fratelli...

I pagamenti a Monopoli sono contactless

Lo storico gioco dice addio al contante per passare alle moderne carte di credito c-less. Un segnale importante dell’evoluzione del concetto di...

Torna il Festival della Cultura Creativa

Si svolgerà dal 2 all’8 maggio la terza edizione della manifestazione per bambini e ragazzi organizzata dall'ABI e dalle banche. In 50 città...
ALTRI ARTICOLI

 
Banca

People-First Strategy, i 5 passi da compiere

Nei prossimi anni anche nelle banche cambieranno skill e professionalità, con attività destinate a sparire o a essere automatizzate e altre, nuove,...

 

Le sei nuove professioni della Banca Intelligente

Per implementare le nuove opportunità dell’Artificial Intelligence servono nuovi professionisti capaci di far interagire mondo fisico e mondo...

 
Pagamenti

Pagamenti, la sfida della blockchain

Costruire un sistema dei pagamenti unico e universale, con transazioni più rapide, riduzione dei costi operativi e più sicurezza nella gestione...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...