23 Ottobre 2018 / 19:03
Tunisia, spazio ai finanziamenti

 
Banca

Tunisia, spazio ai finanziamenti

di Andrea Pippan - 10 Maggio 2016
Oltre 424 milioni di euro stanziati dalle banche per le imprese che scelgono di operare nel paese nordafricano. Nella Missione di sistema ...
Ammonta ad oltre 424 milioni di euro il plafond messo a disposizione dalle banche per gli imprenditori italiani che vogliono approfondire le opportunità di business offerte dal mercato tunisino, non solo in termini commerciali ma anche di partnership industriali e di investimenti.
Il dato è stato presentato dal Presidente del Comitato Tecnico ABI per l’internazionalizzazione, Guido Rosa, al Forum economico tenutosi a Tunisi, in occasione della missione di sistema organizzata da banche, imprese e Istituzioni.
Per l’ABI e le banche è la seconda volta in Tunisia dopo la missione del 2006. Alla missione partecipa una delegazione di nove dei principali gruppi bancari che rappresenta circa il 68% dell’intero settore bancario italiano in termini di totale attivo: Bnl - Bnp Paribas, Banca Popolare di Milano, Banca Popolare di Vicenza, Iccrea, Intesa SanPaolo, Monte dei Paschi di Siena, Banca Ubae, Ubi Banca e UniCredit.
“La missione di sistema in Tunisia – ha detto Rosa – è un segnale tangibile dell’interesse crescente del mondo bancario a supporto delle strategie di internazionalizzazione del Paese. Durante gli incontri di business le nove banche italiane partecipanti alla missione metteranno a disposizione altrettanti desk di assistenza, per supportare al meglio le imprese italiane nell'individuazione delle soluzioni finanziarie più adatte a realizzare nuove operazioni commerciali e progetti di investimento nel Paese. Nel corso della missione - ha concluso Rosa - la delegazione bancaria italiana incontrerà la Banca centrale, l’Associazione bancaria Tunisina e alcune delle principali banche locali.”

Il plafond per le imprese in Tunisia

Sul fronte delle risorse finanziarie disponibili, le banche italiane hanno stanziato un plafond di oltre 424 milioni, di cui il 30% è già utilizzato. Vi è quindi grande spazio per il finanziamento di operazioni di trading e di investimento.

La presenza delle banche italiane

Oltre alle linee di credito, gli imprenditori che operano in Tunisia possono avvalersi dell’assistenza di importanti interlocutori di riferimento. In particolare, tre principali gruppi bancari italiani e la capogruppo straniera di una banca italiana sono direttamente presenti in Tunisia con un ufficio di rappresentanza.
CONTENUTI CORRELATI

Destinazione Argentina

Missione di sistema delle banche italiane a Buenos Aires, prima iniziativa nel Paese dopo la visita di Renzi. Dal 17 al 19 maggio forum, seminari,...

Basta Parmesano online! Sottoscritta la Carta dell'e-commerce Made in Italy

Mise, Indicam e Consorzio Netcomm propongono uno strumento di controllo e intervento contro il proliferare sull'online di merci contraffatte spacciate...

Cile e Colombia, una nuova stagione economica

Alti ritmi di crescita, stabilità delle istituzioni e apertura al commercio internazionale: sono i fattori che contraddistinguono i due paesi...

Viaggio in Canada

Dalle banche oltre 1,2 miliardi per le imprese italiane che decidono di esportare o investire nel paese nordamericano. Il dato è stato presentato in...
ALTRI ARTICOLI

 
Pagamenti

Senza il contante, il retail cambia pelle

Al Salone, il punto di vista di grande e piccola distribuzione sugli orizzonti che i digital payment possono aprire: nuova esperienza di acquisto e il...

 
Fintech

Così portiamo il territorio nel digitale

Ventis, il marketplace di Iccrea, è uno strumento di relazione e un modello evoluto di fare banca. Mettendo a disposizione delle imprese clienti...

 
Pagamenti

PA e fintech driver dei pagamenti digitali

Il rapporto del Comitato Pagamenti della Banca d'Italia fotografa per il 2017 una crescita del 6% dei pagamenti alternativi al contante, soprattutto...
Melissa Peretti di Amex spiega le strategie di sviluppo della società: servizi d'eccellenza in ogni fase del...
Maggiore protezione dei clienti e un miglioramento della relazione con banche e assicurazioni. Sono questi,...