16 Luglio 2018 / 05:06
Un patto per le imprese

Un patto per le imprese

Migliorare la relazione banca-impresa e la capacità di credito delle piccole e microimprese, questi gli obiettivi del protocollo d’intesa sottoscritto a Napoli tra ABI, Unioncamere e Consiglio dei Dottori Commercialisti
Se è vero che l’unione fa la forza, perché non provarci testando nuove partnership e mettendo in campo soluzioni altre a sostegno della produttività? Luogo simbolo di un disagio economico non solo sociale, Napoli è la città in cui l’Associazione Bancaria Italiana (ABI), il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (CNDCEC) e Unioncamere hanno sottoscritto il protocollo d’intesa finalizzato a migliorare la relazione banca-impresa e la capacità di credito delle piccole e microimprese.
Migliorare la quantità e la qualità dell’informazione finanziaria, aumentare la possibilità di accesso al credito delle piccole imprese, e sostenere percorsi virtuosi tesi a migliorare l’attendibilità e la trasparenza informativa aziendale nonché a promuovere la legalità dei comportamento economici sono gli obiettivi dell’intesa. Ai sensi del protocollo, i soggetti firmatari si impegnano a diffondere i progetti avviati dall’ABI in tema di autodiagnosi dell’impresa tramite piattaforme web; a condividere ed avviare iniziative di educazione finanziaria rivolte ai piccoli imprenditori; ad implementare, a livello locale e come prima applicazione sperimentale, un progetto per l’attestazione degli asset aziendali per favorire un processo di convergenza tra i valori contabili e i valori oggetto dell’informativa trasmessa alla banca (resta ferma l’assoluta libertà e responsabilità delle banche di applicare i propri modelli di analisi del rischio di credito e, ovviamente, di assumere le decisioni conseguenti).
L’iniziativa pilota prevede l’identificazione della figura di un professionista dotato di requisiti di onorabilità e professionalità, nonché di autonomia e di indipendenza rispetto alle singole imprese interessate – secondo un apposito elenco tenuto dalle Camere di Commercio in coordinamento con Unioncamere, con l’ausilio di rappresentanti degli Ordini territoriali dei Dottori Commercialisti – il cui compito è quello di attestare l’esistenza di taluni specifici asset (crediti vantati nei confronti di terzi, rimanenze di magazzino, ecc.), tra cui anche asset immateriali. Ad attestazione avvenuta, il professionista rilascerà all’impresa una dichiarazione che quest’ultima potrà utilizzare nei rapporti con il sistema bancario, al momento della richiesta di finanziamento. Le banche aderenti all’iniziativa avranno così un supporto informativo aggiuntivo da considerare nel proprio processo di valutazione del merito creditizio.
CONTENUTI CORRELATI

Intelligenza artificiale sì, ma domani

Grande ottimismo nelle prospettive che l’AI può aprire, ma investimenti ancora in fase di early stage. E una carenza diffusa di team di data...

Credito e garanzie: accordo ABI-Confindustria

Migliorare il credito alle imprese, liberando risorse per la crescita, con garanzie più flessibile e tempi di recupero più veloci: sono questi gli...

Prestito ipotecario vitalizio, un mercato pronto al decollo

Il Gruppo MutuiOnLine ha recentemente acquisito il 30% di 65Plus puntando sulle potenzialità di crescita di questa soluzione di finanziamento rivolta...

Il finanziamento è verde

Nell’indagine ABI Lab i dati sul green banking 2016: le banche hanno concesso finanziamenti a piccole e grandi imprese a sostegno delle fonti di...
ALTRI ARTICOLI

 

Le sei nuove professioni della Banca Intelligente

Per implementare le nuove opportunità dell’Artificial Intelligence servono nuovi professionisti capaci di far interagire mondo fisico e mondo...

 
Pagamenti

Pagamenti, la sfida della blockchain

Costruire un sistema dei pagamenti unico e universale, con transazioni più rapide, riduzione dei costi operativi e più sicurezza nella gestione...

 

L'intelligenza artificiale? Rende gli uomini … più umani

Secondo Paul Daugherty, Chief Technology & Innovation Officer di Accenture e uno dei guru mondiali dell'AI, la vera innovazione nasce dalla...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...
Bancaforte TV
Il centro direzionale Green Life di Crédit Agricole a Parma punta su sostenibilità, green e socialità per...