25 Giugno 2019 / 16:23
 

 
Pagamenti

SIA incorpora la belga Sinsys

  04 aprile 2013
Creato a Bruxelles il regional hub per l'Europa nordoccidentale. Accordo con Chaabi Bank per l'emissione di carte di debito in Olanda

SIA prosegue la sua strategia di internazionalizzazione delle attività e rafforzamento in Europa. L'ultimo annuncio riguarda l'incorporazione della controllata belga Sinsys, un'operazione che consolida ulteriormente il presidio del Gruppo oltre confine e permette di conseguire maggiore efficienza operativa e positivi ritorni economici. Il progetto di fusione transnazionale è stato approvato dalle assemblee straordinarie degli azionisti delle due società ed è efficace dall'inizio dell'anno. Nessuna modifica è prevista nella composizione del CdA di SIA.

 

Le attività di Sinsys, specializzata nella gestione delle transazioni di pagamento con carte internazionali di debito e credito con oltre 1 miliardo di operazioni l’anno, circa 30 milioni di carte e 700.000 esercenti in 12 paesi europei, verranno quindi proseguite da SIA. Ciò avverrà anche attraverso l’istituzione in Belgio della filiale di Bruxelles che fungerà da “regional hub” nell’Europa nordoccidentale con l’obiettivo principale di sviluppare nuovi progetti e iniziative nelle aree dei pagamenti, della monetica, dei servizi di rete e dei mercati dei capitali, in stretta collaborazione con la capogruppo. L’incorporazione permette anche di aumentare la capacità competitiva del Gruppo SIA grazie a significative sinergie in ambito IT, come ad esempio l’integrazione e la semplificazione operativa su un’unica infrastruttura centralizzata delle attività di card processing, test e sviluppo software.

 

Nell’Europa nordoccidentale, SIA ha debuttato con un significativo contratto internazionale con la banca europea “Chaabi Bank” grazie al quale la società del Gruppo marocchino Banque Populaire (GBP) potrà per la prima volta emettere carte di debito in Olanda. Il progetto prevede la distribuzione delle prime carte già nel corso del 2013 e sarà poi esteso gradualmente anche ad altri paesi tra cui Germania, Gran Bretagna, Francia, Italia e Spagna. In base all’accordo, l’infrastruttura tecnologica di SIA gestirà direttamente il processing delle transazioni con carte di pagamento oltre ad un servizio avanzato di gestione dispute e prevenzione frodi: si tratta di uno strumento che permette di prevenire e bloccare in tempo reale eventuali operazioni fraudolente grazie alla possibilità di creare regole personalizzate e all’integrazione con il sistema autorizzativo delle carte.

(F.P.)

Dai dati in possesso della Polizia Postale emerge che sono in crescita gli attacchi diretti al singolo...
La nuova iniziativa di Poste Italiane consente di ricevere spedizioni, gestire resi ed effettuare pagamenti...