17 Novembre 2018 / 08:14
 
ibl assicura3

 
Carriere

Massimo Marinelli nominato AD di IBL Assicura

di Flavio Padovan - 15 ottobre 2018
Sviluppare un modello distributivo multicanale tra i compiti del suo mandato

 

Massimo Marinelli nominato AD di IBL Assicura
Sviluppare un modello distributivo multicanale tra i compiti del suo mandato
Sarà Massimo Marinelli a guidare la crescita IBL Assicura 
Puntare su un modello distributivo multicanale per accelerare la crescita di IBL Assicura. Questo il principale obiettivo che Consiglio di amministrazione di IBL Banca ha affidato a Massimo Marinelli nominandolo amministratore delegato della controllata assicurativa.
Il manager romano, classe 1961, ha una conoscenza approfondita del mondo assicurativo acquisita grazie ad una trentennale esperienza diretta, sia all’interno di RAS – Gruppo Allianz dove si è occupato di organizzazione, sviluppo e formazione con particolar riferimento ai canali distributivi, sia come imprenditore con la costituzione di due società di distribuzione assicurativa.
Il neo AD avrà la responsabilità di rafforzare il business di IBL Assicura, ampliando in particolare l’attività distributiva già avviata all’interno delle 50 filiali IBL Banca con l’obiettivo di estenderla ad operatori della rete indiretta della banca in possesso dei requisiti necessari e in particolare a intermediari assicurativi.
L’ingresso di Marinelli in IBL Assicura segna quindi il passaggio ad un nuovo modello distributivo
basato sulla multicanalità, con una presenza più capillare sul territorio e che intende caratterizzarsi per le competenze tecniche e l’aspetto consulenziale del servizio offerto alla clientela.
Del Consiglio di Amministrazione di recente nomina di IBL Assicura fanno parte, oltre a Massimo Marinelli,  il presidente Sandro Strazza e i consigliei Franco Felici, Simone Lancioni,
e Luigi Senesi.
“Marinelli porta con sé una conoscenza approfondita delle dinamiche e dei processi di distribuzione del prodotto assicurativo e avrà la responsabilità di guidare IBL Assicura nel percorso di crescita e consolidamento a livello nazionale”, ha spiegato Mario Giordano, AD di IBL Banca.

 

Puntare su un modello distributivo multicanale per accelerare la crescita di IBL Assicura. Questo il principale obiettivo che Consiglio di amministrazione di IBL Banca ha affidato a Massimo Marinelli nominandolo amministratore delegato della controllata assicurativa.

 

Il manager romano, classe 1961, ha una conoscenza approfondita del mondo assicurativo acquisita grazie ad una trentennale esperienza diretta, sia all’interno di RAS – Gruppo Allianz dove si è occupato di organizzazione, sviluppo e formazione con particolar riferimento ai canali distributivi, sia come imprenditore con la costituzione di due società di distribuzione assicurativa.

 

Il neo AD avrà la responsabilità di rafforzare il business di IBL Assicura, ampliando in particolare l’attività distributiva già avviata all’interno delle 50 filiali IBL Banca con l’obiettivo di estenderla ad operatori della rete indiretta della banca in possesso dei requisiti necessari e in particolare a intermediari assicurativi.

 

L’ingresso di Marinelli in IBL Assicura segna quindi il passaggio ad un nuovo modello distributivo basato sulla multicanalità, con una presenza più capillare sul territorio e che intende caratterizzarsi per le competenze tecniche e l’aspetto consulenziale del servizio offerto alla clientela.

 

Del Consiglio di Amministrazione di recente nomina di IBL Assicura fanno parte, oltre a Massimo Marinelli, il presidente Sandro Strazza e i consigliei Franco Felici, Simone Lancioni, e Luigi Senesi.

 

“Marinelli porta con sé una conoscenza approfondita delle dinamiche e dei processi di distribuzione del prodotto assicurativo e avrà la responsabilità di guidare IBL Assicura nel percorso di crescita e consolidamento a livello nazionale”, ha dichiarato Mario Giordano, AD di IBL Banca.

 

In primo piano
Rebranding per BNL Positivity. Al Salone dei Pagamenti 2018 la società si è presentata con un nuovo nome,...
L'export delle imprese italiane è condizionato dall'adozione di soluzioni di pagamento digitali...