21 Marzo 2019 / 06:17
 
untitled art

 
Banca

UniCredit estende il Social Impact Banking in 10 Paesi

  21 febbraio 2019
L'iniziativa finalizzata ad avere un impatto sociale positivo coinvolgerà nel 2019: Germania, Austria, Serbia, Croazia, Ungheria, Bulgaria, Romania, Turchia, Repubblica Ceca e Slovacchia e Bosnia ed Erzegovina

Dopo il successo del primo anno di attività in Italia, con l'approvazione di 72,9 milioni di finanziamenti a impatto, il Social Impact Banking di UniCredit sarà esteso ad altri dieci mercati nel 2019. Il progetto sarà supportato anche attraverso la vendita delle collezioni d'arte italiane, tedesche, austriache.

L'iniziativa Social Impact Banking di UniCredit ha approvato in Italia 72,9 milioni di finanziamenti a impatto, di cui 32,6 per 31 operazioni impact financing e 40,3 per 2.050 prestiti di microcredito. A fronte di questo impegno, sono stati erogati 47,8 milioni in totale.

Nel 2019, UniCredit estenderà l'iniziativa su base graduale ad altri dieci mercati del Gruppo: Germania, Austria, Serbia, Croazia, Ungheria, Bulgaria, Romania, Turchia, Repubblica Ceca e Slovacchia e Bosnia ed Erzegovina. Il modello Social Impact Banking per promuovere un impatto sociale positivo sarà adattato in ciascun mercato in base alle caratteristiche locali. L'estensione di Social Impact Banking nel 2019 è pienamente in linea con le ambizioni iniziali del programma e con il forte impegno di UniCredit nel contribuire allo sviluppo delle comunità in cui opera la Banca. L'ulteriore roll-out sarà supportato anche da una progressiva vendita delle collezioni d'arte locali del Gruppo UniCredit in Italia, Germania e Austria, i cui proventi iniziali saranno di circa 50 milioni. Alcune opere d'arte saranno donate anche a musei locali. I proventi saranno principalmente reinvestiti in iniziative Social Impact Banking; il resto del ricavato sarà dedicato ad altri progetti rilevanti, incluso il supporto di giovani artisti.

L'Ad Jean Pierre Mustier ha commentato: "In UniCredit siamo orgogliosi del fatto che tutte le nostre azioni siano guidate da un forte senso etico, basato su valori chiari. Uno di questi è l'importanza di sostenere le comunità in cui opera la banca. La nostra iniziativa Social Impact Banking ha finora ottenuto ottimi risultati in Italia e ora la stiamo estendendo ad altri mercati, con lo stesso scopo principale di guardare oltre i ritorni economici dei nostri investimenti per ottenere un impatto positivo tangibile sulla società. Avvieremo un graduale processo di vendita delle nostre collezioni d'arte per sostenere questa iniziativa, donando alcune opere ai musei locali e investendo su giovani artisti."

Social Impact Banking rappresenta l'impegno di UniCredit nel costruire una società più equa e inclusiva. Il suo scopo è identificare, finanziare e promuovere persone e imprese che possono avere un impatto sociale positivo. L'approccio mira a generare sia ritorni economici degli investimenti che un più diffuso benessere sociale. Oltre a fornire continuamente credito a progetti e organizzazioni generalmente esclusi dai tradizionali prodotti e servizi bancari, consente a UniCredit di condividere il proprio know-how finanziario e aziendale attraverso iniziative educative dedicate a microimprenditori, imprese sociali e gruppi vulnerabili o svantaggiati, compresi i giovani, gli anziani e altri soggetti a rischio di esclusione sociale.

L'impegno dei dipendenti di UniCredit è una forza trainante nelle attività di formazione e supporto fornite da Social Impact Banking, che aiutano a costruire un prezioso network nelle comunità in cui la banca opera, invitando le persone a condividere esperienze positive e sensibilizzandole su progetti rilevanti per accrescerne il potenziale impatto sociale. Social Impact Banking è anche attenta al monitoraggio e alla misurazione dei risultati, che è essenziale per garantire la crescita sostenibile sia dei progetti finanziati sia dei rendimenti degli investimenti della banca. L'obiettivo è misurare non solo gli impatti diretti, ma anche indiretti, generati dai progetti sostenuti in termini di benessere sociale ed economico all'interno delle comunità di UniCredit.

I principali risultati di Social Impact Banking in Italia nel 2018:

  • 72,9 milioni di finanziamenti a impatto approvati di cui 47,8 erogati (tra questi sono incluse 31 nuove operazioni deliberate per 32,6 milioni e 2.050 prestiti di microcredito per 40,3 milioni)
  • 86 partner coinvolti
  • 15.800 studenti a cui sono stati offerti programmi di educazione finanziaria nell'anno accademico 2017-18 e 14.900 studenti coinvolti nel 2018-19, tra cui oltre 9.500 nuovi studenti che portano il numero totale di partecipanti unici a 25.300 fino ad oggi
  • 1.245.000 ore di formazione erogate, di cui 840.000 dedicate ad attività di progetto
  • Il 76% degli studenti si dichiara soddisfatto o molto soddisfatto del programma e l'85% considera i contenuti utili o molto utili
  • 370 tutor di UniCredit coinvolti nell'erogazione della formazione.
In primo piano
Le fintech hanno bisogno delle banche per sviluppare il proprio business. Lo sottolinea in questa intervista...
Tra i player innovativi e le grandi imprese è più vantaggioso instaurare una relazione collaborativa...