21 Marzo 2019 / 07:15
 
Progetto senza titolo 2019 03 12T091522.201

 
Imprese

E-commerce, è boom di negozi online

di Paola Fabi - 12 marzo 2019
In Italia sono triplicati in dieci anni: oltre 20 mila a fine 2018

Continua a crescere l'e-commerce in Italia. Sono oltre 20 mila gli esercenti che hanno “aperto bottega” sul web. La crisi non è mai finita, ma i commercianti non si sono arresi e hanno lanciato il guanto di sfida ai grandi brand come Zalando, Amazon & Co. Negli ultimi dieci anni i negozi online sono infatti triplicati rispetto al 2009 offrendo una varietà di prodotti che vanno dai cosmetici ai giocattoli, dall’arredamento allo sport. Ma anche auto e moto, casalinghi, food, biciclette, parquet, prodotti farmaceutici, libri, occhiali, fino alle “piante di acqua dolce”, ai sistemi di allarme e ai servizi di pompe funebri.

 

Un fenomeno, quindi, in crescita costante e fotografato dai dati elaborati da InfoCamere e Unioncamere - sulla base del Registro delle imprese delle Camere di commercio – ma che non riesce a fermare la contrazione degli operatori al dettagli: 14mila imprese in più sul web in dieci anni ma 16mila in meno - nello stesso periodo - nel mondo reale.

 

Confrontando il segmento delle vendite web con l’intero mondo del commercio, tra il 2009 e il 2018 le imprese della vendita al dettaglio attraverso internet sono infatti aumentate di 8.994 unità, pari ad una crescita media del 24% all’anno. Nello stesso periodo, l’insieme del settore del commercio al dettaglio ha “perso” circa 16.400 imprese, pari ad una riduzione del 2% nel decennio (passando da 866mila a 850mila unità).

 

Le regioni più attratte da Internet sono quelle del Sud, anche se quelle a più alta crescita sono state Lombardia, Campania e Lazio (rispettivamente +2.634, +2.018 e +1.555 unità). Quelle che sono cresciute a ritmo più sostenuto sono state Campania, Abruzzo e Calabria (tutte oltre la media del 35% all’anno), seguite da Puglia, Basilicata e Sicilia con aumenti medi superiori al 25% in ciascuno dei dieci anni considerati.

 

 

 

In primo piano
Le fintech hanno bisogno delle banche per sviluppare il proprio business. Lo sottolinea in questa intervista...
Tra i player innovativi e le grandi imprese è più vantaggioso instaurare una relazione collaborativa...