20 Luglio 2018 / 01:22
e-billing, un mercato promettente

 
Imprese

e-billing, un mercato promettente

di Flavio Padovan - 6 Marzo 2012
Il Consorzio CBI proporrà alle banche un modello di servizi per la clientela retail
E' ancora ricca di sfide e di futuro la storia del Consorzio CBI. Neanche il tempo di festeggiare i primi dieci anni e i successi ottenuti per le banche e il sistema Paese, che si è già passati a lavorare sugli obiettivi del Piano Strategico 2012-2015, in via di approvazione. Ma quali sono i nuovi traguardi contenuti nel documento? “Le principali direttrici di crescita su cui si sta muovendo il Consorzio CBI riguardano lo sviluppo di servizi Business- to-Consumer, il consolidamento dei Servizi di Nodo CBI verso nuovi soggetti e il rafforzamento del ruolo del sistema bancario italiano nel contesto internazionale. Inoltre, stiamo analizzando possibili sviluppi della rete CBI anche a supporto dell’online e il relativo sostegno al processo di efficientamento del sistema bancario”, anticipa a Bancaforte Liliana Fratini Passi, direttore generale del Consorzio CBI.

La nuova frontiera del B2C

Il Consorzio CBI continuerà dunque a presidiare iniziative ed evoluzioni del mercato per riuscire ad abilitare le banche a competere efficacemente e per massimizzare il valore aggiunto a favore dalla comunità CBI. Particolare attenzione sarà dedicata ai servizi di e-billing in grado di supportare il processo di invio e riscossione di conti spesa (tipicamente le bollette) emesse dai soggetti creditori quali, ad esempio, amministrazioni pubbliche, società di distribuzione di acqua, gas, energia, ecc. Si tratta di uno dei trend che sta registrando la crescita più significativa a livello nazionale e internazionale. “Tra i modelli che si stanno affermando a livello internazionale e che prevedono un ruolo attivo della comunità bancaria  spiega Fratini Passi  prevalgono schemi basati su piattaforme applicative centralizzate e multibanca, spesso gestite da soggetti già operanti in ambito processing dei pagamenti o gestione documentale, erogate in modalità white label. Tale tendenza rispecchia un orientamento del mercato consumer europeo, che vede con crescente interesse l’integrazione dei servizi offerti dalle banche con funzionalità di tipo EBPP (Electronic Billing Presentment and Payment)”.

Vantaggi per tutti

Il Consorzio CBI, nell’ambito delle linee evolutive sul B2C, sta dunque analizzando opportunità, modello di servizio, costi e benefici relativi allo sviluppo di servizi CBI rivolti alla clientela retail, quali in particolar modo il pagamento di bollette secondo lo schema Ebpp. “Il servizio B2C  continua Fratini Passi - consentirà alle banche, sempre nel rispetto dell’area competitiva di ciascuna azienda di credito, di offrire alla clientela retail la possibilità di pagare in multicanalità, di avere uno scadenziario aggiornato per i pagamenti delle bollette e, nel caso di pagamento oltre la scadenza, di conoscere l’importo comprensivo degli interessi di mora da pagare, tramite la consultazione della sua posizione. Il cliente biller otterrà invece il vantaggio di avere delle riconciliazioni dei pagamenti in tempi molto più rapidi rispetto a quelli attuali e meno anomalie da gestire per i pagamenti effettuati in rtardo”. Tra gli altri benefici che le banche possono ricevere da questo tipo di servizi innovativi, non va trascurata la possibilità di arricchire la relazione commerciale verso biller e debitore, e di avvantaggiarsi, grazie alle economie di scala abilitate dalla soluzione cooperativa, di un pricing competitivo rispetto agli altri player che sono entrati nel settore Ebpp. Non mancano, infatti, i competitor: in Italia i principali operatori non bancari, tra cui in particolare Lottomatica e Sisal, hanno prontamente colto le opportunità offerte, raggiungendo in pochi anni una quota pari al 7% del mercato dei bollettini postali. Un segnale di allarme, ma anche un indice delle ampie possibilità di business che possono aprirsi in questo campo.

Tutti gli articoli del Dossier CBI 2011:

Inoltre per le videointerviste ad esperti e player del mercato raccolte nel corso del convegno CBI 2011, vai alla sezione Video.
CONTENUTI CORRELATI

Fiori e denaro

Crescono a ritmo sostenuto le esportazioni dei nostri fiori. Un comparto ricco che basa il suo successo anche sulla tecnologia e sull'innovazione e...

Tempo di vino

Il più amato. Più della birra, degli aperitivi, degli amari e dei liquori, il vino italiano miete consensi. Qui da noi, che siamo diventati...

Il turismo passa da Internet

Cresce l'industria del viaggio, qui da noi e nel mondo. La partenza è quasi sempre dal web, non solo per scegliere e decidere. Ma anche per...

Il Piano di Piacentini per digitalizzare la PA

Approvato il Piano triennale per l'informatica nella pubblica amministrazione 2017-2019 realizzato dall'Agenzia per l'Italia Digitale. Una piattaforma...
ALTRI ARTICOLI

 

Il lato oscuro delle intelligenze artificiali

Gli algoritmi ci stanno regalando conquiste positive in tanti campi, compreso quello della finanza e dei pagamenti. Ma bisogna stare attenti ai...

 
Pagamenti

Nuovo record: oltre il 95% dei clienti usa web e Atm

E' un vero boom per il mobile banking, salito in pochi anni dal 6 al 31%, e per l'Internet banking (dal 42 al 59%). Anche in Italia la user experience...

 

Luciano Floridi: «I pagamenti daranno all’Italia un digital shock»

Il filosofo italiano, docente dell’Oxford Internet Institute e direttore del Digital Ethics Lab, il 7 novembre sarà tra i protagonisti della...
Bancaforte TV
Secondo Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM, il welfare delle banche continua ad evolversi e...
Bancaforte TV
Le relazioni industriali non devono gestire solo le emergenze – dice Alfio Filosomi, Responsabile Direzione...