Newsletter

Clicking moves left

Gli Speciali 2017

 

Forum HR

Cultura e regole nella gestione delle risorse umane, evoluzione sociale e digitale, organzizazione, leve motivazionali, contratti, lavoro...

Unione Bancaria e Basilea 3

L’evento dell'ABI su risk management, capitale e vigilanza europea. 120 relatori, 12 sessioni e una tavola rotonda per fare il punto sulla...

Banche e Sicurezza

Le banche tra sicurezza fisica e digitale, sotto il ritmo incessante della trasformazione tecnologica. Come difendersi dalle nuove minacce?

Funding & Capital Markets

I contenuti della IV edizione dell'evento ABI sugli strumenti di funding a disposizione di banche e imprese, sul mercato dei capitali e...

Dimensione Cliente

Il cliente non cerca più prodotti o servizi ma una Customer Journey. Si muove da questo imperativo la nuova edizione del convegno dedicato...

Forum ABI Lab

Bank to the future - Il viaggio nell'ecosistema digitale di ABI Lab nelle 2 giornate di Milano del 21 e 22 marzo - Le videointerviste e i...

Clicking moves right

Home > Imprese

Imprese
Invia Stampa
Un tavolo con 4 pilastri

Un tavolo con 4 pilastri

ABI, Anci e Upi hanno firmato un protocollo per semplificare il dialogo tra banche ed enti locali
Gaia Sabino
Al via un tavolo permanente creato ad hoc dall’ABI insieme ad Anci e Upi, per semplificare il dialogo tra banche, province e comuni italiani sui principali argomenti di interesse comune. Si intensifica così la collaborazione con gli enti locali per migliorare ulteriormente i servizi dedicati ai cittadini e alle imprese e contribuire allo sviluppo del territorio. Il Protocollo d’intesa che istituisce il tavolo di concertazione è stato firmato dalle tre associazioni in occasione del Forum Banche e PA 2011.
L’accordo servirà a rafforzare la cooperazione reciproca e il confronto sui temi della finanza e della contabilità pubblica, dei crediti e dei servizi di tesoreria e di riscossione, semplificando il dialogo quotidiano tra banche ed enti locali, per favorire lo sviluppo del territorio, a vantaggio dei cittadini e delle imprese e più in generale del Paese.
Il Protocollo prevede la creazione di un tavolo permanente di confronto con i rappresentanti delle tre associazioni che si riunirà almeno tre volte l’anno, a febbraio, giugno e novembre.
Il tavolo avrà l’obiettivo di:
  • avviare un confronto sistematico sull’evoluzione del rapporto di tesoreria – anche in vista dell’attuazione del federalismo fiscale e della riforma della contabilità pubblica – e sulla gestione delle passività degli enti locali;
  • favorire presso le pubbliche amministrazioni l’utilizzo di strumenti di pagamento diversi dal contante e l’adeguamento alla Direttiva sui Servizi di Pagamento PSD;
  • individuare strumenti per favorire il corretto sviluppo del mercato del credito agli enti locali e incentivare la certificazione dei crediti vantati dalle imprese nei loro confronti, favorendone lo smobilizzo presso l’industria bancaria;
  • sviluppare il partenariato pubblico-privato e il Social Housing .
Gli altri articoli del DOSSIER: “PA digitale: le tappe di una rivoluzione”
Gaia Sabino
Reti Amiche punta a offrire i servizi pubblici anche sul posto di lavoro. Con le banche avviate tre aree di collaborazione. In attesa dei decreti attuativi...
Un’indagine del Politecnico di Milano analizza successi e difficoltà del processo di innovazione della PA. E spiega come sia importante fare sistema con le banche
23 Maggio 2011

Articoli correlati

 

Guida Tassazione 2017

Sullo scaffale

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

Elenco degli Sportelli Bancari 2017

In 640 pagine, il panorama più esauriente delle 28.000 filiali e dei 1.400 negozi finanziari operanti in Italia, contenente le principali informazioni ...

Convegni ABI

CREDITO AL CREDITO 2017

CREDITO AL CREDITO 2017

Roma, Palazzo Altieri - 26 e 27 ottobre 2017